Smartphone ed eCommerce



Gli italiani stanno vivendo una trasformazione nelle loro abitudini di connessione. Come mostrano i dati Audiweb 2015più di 17 milioni di persone si collegano da dispositivi mobiliogni mese e tra le attività che svolgono, gli acquisti online stanno diventano sempre più rilevanti.

Gli acquisti tramite Smartphone sono aumentati del 77% nel 2014 e hanno visto un’ulteriore crescita del 69% nel 2015, con un valore triplicato in due anni: dai 610 milioni del 2013 a 1,8 miliardi di euro del 2015.

Cosa si acquista prevalentemente? Come si può osservare nel grafico sotto riportato, negli acquisti tramite Smartphone si privilegiano i prodotti (66%) rispetto ai servizi (34%).



fonte: Osservatori.net

Buone notizia quindi per le aziende che hanno già iniziato a puntare su questo device: sul totale dei ricavi derivanti dalla vendita online, l’acquisto tramite Smartphone ha pesato nel 2014 per il 13% contro l’8,5% del 2013 e il 5% del 2012.



fonte: Casaleggio e Associati, 2015


Aumentano anche gli investimenti volti a migliorare la visibilità del proprio business online su questo canale: solo pochissime aziende, come si vede dal grafico sotto, nel tempo hanno rinunciato a fare investimenti o li hanno ridotti, mentre la gran parte del campione li ha mantenuti almeno costanti o li ha incrementati.



fonte: Casaleggio e Associati, 2015


I Social Media nell’eCommerce

Alleati fondamentali dell’eCommerce sono i social media, strumenti efficaci dalle imprese per la promozione del business online. Facebook, Youtube e Twitter sono ritenuti molto o abbastanza efficaci per la promozione online.


fonte: Casaleggio e Associati, 2015

Cresce anche in maniera costante l’utilizzo di Instagram che promette di dare molte soddisfazioni al settore dell’eCommerce per il 2016.

A questo parere positivo fa riscontro l’importo degli investimenti realizzati: a fronte di un 35% di imprese che  ha  lasciato invariato il budget su questo capitolo di spesa, ben il 50% delle aziende hanno aumentato l’investimento nel 2015.


fonte: Casaleggio e Associati, 2015

Conclusioni

Il commercio elettronico in Italia sta crescendo, anche grazie alla diffusione di dispositivi mobili (smartphome e tablet) e di App che rendono i processi più semplici, veloci e sicuri. Sempre più Italiani stanno abituando alla comodità di comprare quando e dove vogliono, da venditori smart in grado di gestire con efficienza il processo di acquisto, la logistica e tutta l’assistenza alla clientela di cui possono avere bisogno. Si stanno abituando ad avere un mercato sempre aperto, ad ogni ora del giorno e della notte, un mercato che viene incontro ai loro ritmi e stili di vita, semplificando processi e attività. Si sentono rassicurati dalla presenza online delle aziende, dalle informazioni reperibili e dalle recensioni online degli altri consumatori. Acquistano quindi più volentieri, soprattutto su marketplace che offrono scelta, promozioni e sconti, e garantiscono affidabilità anche per i piccoli e piccolissimi business che altrimenti faticherebbero non poco ad emergere nel grande mare di internet.

Contemporaneamente, le aziende - tanto le grandi quanto le medio-piccole - difficilmente possono ignorare i vantaggi economici che derivano dall'attivazione di questo canale di business, che consente di allargare il proprio mercato di riferimento, aumentando così vendite e clienti a costi contenuti.


Crea gratis il tuo sito
in 5 minuti