10 consigli per una strategia di Email Marketing di successo

Per ottenere il meglio dall’Email Marketing è fondamentale puntare a massimizzare l’efficacia di ogni singolo messaggio e ridurre al minimo gli errori durante la realizzazione della campagna. Come? Ecco i nostri 10 consigli da seguire.

1. Lavorare sulla creatività

Per incentivare l’apertura della email è importante differenziarsi dagli altri. E’ fondamentale offrire agli utenti qualcosa di diverso, qualcosa che spinga loro ad aprire l’email. Bisogna saper rispondere con creatività ai loro bisogni, creare proposte inusuali e inaspettate, ma allo stesso tempo facilmente integrabili nell’immaginario e nell’esperienza degli interlocutori. Bisogna quindi conoscere bene gli interlocutori e poi essere sufficientemente creativi da stimolare la loro attenzione e interazione. Buone proposte sono sicuramente fondamentali per raggiungere questi obiettivi, ma avere la capacità di presentarle in maniera innovativa e curiosa può veramente fare la differenza e garantire soddisfazioni.

2. Seguire le regole

Chiunque voglia attivare campagne di Email Marketing deve conoscere e seguire le normative vigenti in Italia a regolamentazione di questa attività. Si tratta soprattutto delle leggi sul rispetto della privacy e dei dati personali. Il rispetto di tali regole, infatti, non solo vi eviterà sanzioni, ma soprattutto vi aiuterà a conquistare la fiducia dei vostri utenti, e quindi a fidelizzarli rispetto alle vostre comunicazioni e alle vostre attività.

3. Programmare i giusti tempi

Il tempismo è molto importante in una strategia di Email Marketing. Secondo HubSpot, il giorno migliore per inviare messaggi di posta elettronica è il sabato, perché si registra un CTR del 9%, seguito dalla domenica. Per quanto riguarda l’orario, le 18.00 sembrano essere l’orario migliore per programmare l’invio. Una buona analisi degli orari migliori per l’invio del messaggio può migliorare considerevolmente il CTR.

4. Personalizzare il messaggio

La personalizzazione è sicuramente la strada giusta da percorrere in una buona strategia di Email Marketing. Un messaggio personalizzato, che l’interlocutore percepisce come diretto proprio a sé e ai suoi bisogni rende assai più probabile non solo l’apertura della mail, ma anche successive interazioni (conversioni), fino all’acquisto. Secondo un’indagine condotta da HubSpot si ha un CTR (Click-Through Rate, ovvero il rapporto tra numero di visualizzazioni e numero di click) più alto quando nell’oggetto del messaggio si utilizza il nome del destinatario. Quando l’oggetto della email è generico, al contrario, la probabilità che la mail non venga aperta o finisca nello spam è molto elevata. Utilizzando termini come il nome proprio del destinatario o “tu/tuo”, si dà all’utente la sensazione che il messaggio sia rivolto esclusivamente al lui e non ai migliaia di contatti del data base.

5. Includere i bottoni social

Grazie all’inserimento dei bottoni social è possibile espandere in modo significativo la portata e la viralità delle email. Le email che contengono i bottoni social hanno, secondo un’indagine di GetResponse, un CTR più alto del 158%.

6. Creare un subjetc attraente

L’oggetto è la prima parte del messaggio visualizzata dai destinatari. Per questo motivo è di fondamentale importanza. Dall’oggetto dipende l’apertura o meno della email. Secondo Convince and Convert, il 33% dei destinatari dei messaggi di posta elettronica decide sei aprire o meno la email basandosi solo sull’oggetto. Per questo, obiettivo principale è quello di catturare l’attenzione del destinatario e convincerlo a cliccare. Anche la lunghezza dell’oggetto ha un impatto importante sull’apertura delle email. Secondo Adestra l’oggetto non deve superare i 30 caratteri. Più si è concisi, più aumenta il tasso di apertura delle email.

7. Essere Mobile Friendly

Ad oggi quasi la metà delle email inviate vengono aperte tramite mobile. Tuttavia, si tiene ancora poco conto di questo, e si inviano email non ottimizzate per il mobile. Questo porta il 63% degli americani e il 41% degli europei a non aprire o a cancellare le mail non ottimizzate per il mobile (fonte ReturnPath). Ciò che rende ancora più importante la compatibilità con i sistemi mobile è il fatto che il 64% dei decision-maker legge i messaggi di posta elettronica proprio da mobile.

8. Produrre un contenuto breve e persuasivo

L’obiettivo principale di una campagna di Email Marketing è quello di portare il destinatario ad aprire il messaggio e a compiere una determinata azione (conversione). Per raggiungere questo risultato è importante che il contenuto della email sia persuasivo. Si consiglia di utilizzare elenchi puntati, frasi brevi e dirette, per aiutare la lettura e richiamare l’attenzione.

9. Comunicare i vantaggi in modo chiaro

Se i destinatari non hanno immediatamente chiaro qual è il valore che si vuole comunicare, sono portati a chiudere l’email. Per questo è importante essere chiari ed esserlo subito, rendendo esplicito il tipo di proposta che si sta facendo e il vantaggio (beneficio) che ne può derivare all’utente.

10. Inserire nel contenuto una forte Call To Action

Ogni messaggio deve contenere un chiaro invito all’azione. Una CTA (Call To Action) non si limita a dare un’indicazione imperativa: perché funzioni deve essere persuasiva, e quindi capace di assecondare l’obiettivo dell’utente e soddisfarne il bisogno. E' anche importante che per l’utente sia chiaro cosa comporta l’azione che è invitato a compiere.


Sei pronto a sperimentare la potenza dell'Email Marketing? Apri gratis il tuo sito su TinyShop e inizia a promuoverti online!

Crea gratis il tuo sito
in 5 minuti